RICERCA
matrimonio anglicano
Il matrimonio anglicano ha un cerimoniale rigido e particolarmente suggestivo, dove ognuno gioca la propria parte nei modi e nei tempi previsti dal copione.
Per questo è molto comune far organizzare tutto ad un cerimoniere esperto e non lasciare agli sposi questa incombenza.

Il primo ad arrivare in chiesa è lo sposo, accompagnato dal suo testimone più "fedele". Spesso i testimoni, sia di lei che di lui sono tutti vestiti uguali tra loro come un unica squadra che supporta il proprio candidato.
Tutti aspettano in chiesa l'arrivo della sposa. Il vestito è tradizionalmente bianco con un velo di varie fatture.
La sposa entra al braccio del padre e procede verso lo sposo che la attende davanti all’altare. Damigelle e paggi formano un corteo dietro di loro. La prima dietro la sposa è una bambina che lascia cadere a terra petali di fiori con accanto un bambino a cui è dato il compito di portare gli anelli su un piccolo cuscino, a seguire le altre damigelle.

Viene intonato il primo inno religioso. Il pastore annuncia ai presenti lo scopo della cerimonia e sollecita eventuali oppositori alle nozze a «parlare ora o tacere per sempre»

Il padre della sposa, accompagna la figlia dal pastore che pone la mano destra di lei nella mano destra dello sposo. Segue la benedizione e lo scambio degli anelli, lo scambio delle promesse nuziali che spesso non seguono regole precise ma sono discorsi nati dalle emozioni degli sposi stessi.
Al termine di queste il pastore dichiara gli sposi marito e moglie secondo la Legge di Dio.
Seguono gli inni finali spesso accompagnati dall'organo.

Gallery
   
crea blog
Pubblicità
Video del mese
ROYAL WEDDING
Il matrimonio di William e Kate
Sposami Subito è un marchio di CQ snc Via Paganini 20 - 20131 Milano - p.iva/c.f. 07084310965 - Tutti i diritti del materiale contenuto in questo sito sono riservati